Menu

La Mappa del Paradiso descritta dopo il coma

0 Comments


 

È in coma profondo, dato per spacciato, in ospedale e sotto costante monitoraggio cerebrale. Tuttavia, il paziente, il neurochirurgo Eben Alexander, è “in viaggio” fuori dal corpo e in altri universi. Una esperienza che, tornato in vita inspiegabilmente, lo ha trasformato.

hqdefault-528120253-1541283594452.jpg

data-ad-layout-key="-4c+d7+2h-tv+q0" data-ad-client="ca-pub-8596588421312143" data-ad-slot="2329396741">

La storia di questo neurochirurgo e della sua incredibile vicenda di coma profondo e rinascita-guarigione dopo 7 giorni, è abbastanza nota, grazie anche alla stesura del libro “Milioni di farfalle” da lui scritto dopo il coma. Col secondo libro “La Mappa del Paradiso” il dr Alexander è recentemente ritornato sotto i riflettori. Eccone qui di seguito un estratto.

 

Cross Roads

Voto medio su 7 recensioni: Buono

€ 21,50

Sono stato adottato quando ero un ragazzino. Sono cresciuto senza ricordare niente della mia famiglia di origine e senza sapere che avevo una sorella biologica, di nome Betsy. Molti anni dopo, mi sono messo alla ricerca della mia famiglia biologica, ma per Betsy è stato troppo tardi: era morta. E questa è la storia di come mi sono riunito a lei, in Paradiso.

Prima di cominciare, dovrei spiegare che sono uno scienziato, che ho passato la vita a studiare il funzionamento del cervello. Mio padre adottivo era un neurochirurgo ed io seguii la sua strada, diventando io stesso un neurochirurgo ed un accademico, che insegnava la scienza del cervello alla Harvard Medical School.

attraversare-il-tunnel.jpg

Anche se cristiano, ero lo stesso scettico quando i pazienti mi descrivevano esperienze spirituali. La conoscenza che avevo del cervello mi aveva reso sicuro del fatto che esperienze fuori dal corpo, incontri angelici e cose simili, fossero allucinazioni che si presentavano quando il cervello soffriva di un trauma.

Poi, in circostanze molto drammatiche, ho avuto la prova che mi ero sbagliato. Anni fa, mi svegliai una mattina con un feroce mal di testa. In poche ore, entrai in coma: la mia neocorteccia, la parte del cervello che ha a che fare con tutti i processi di pensiero che ci rendono umani, cessò di funzionare.

7 Buone Ragioni per Credere nell'Aldilà
Racconti e testimonianze
€ 15,90

A quel tempo, lavoravo al Lynchburg General Hospital in Virginia, dove fui portato in emergenza. I dottori accertarono che avevo contratto la meningite: un raro ceppo di batteri di “E. coli”, si trovava nel mio liquido cerebrospinale e come un acido stava mangiandosi il mio cervello. Le mie chance di sopravvivenza erano pari a zero.

Ero in un coma profondo, in uno stato vegetativo, e tutte le funzioni superiori del mio cervello erano… scollegate. Le scansioni che mi fecero non mostravano alcuna attività cosciente; il mio cervello non era malfunzionante… era completamente scollegato. Malgrado ciò il mio sé interiore continuava ad esistere, in barba a tutte le leggi note alla scienza.

farfalle.jpg

Per sette giorni, mentre giacevo in quel coma non responsivo, la mia coscienza fece un viaggio attraverso una serie di “Regni”, uno piu’ straordinario dell’altro: un viaggio oltre il mondo fisico ed un viaggio che fino a quel momento avrei solo definito impossibile. Per migliaia di anni, le persone normali, ma anche gli sciamani e i mistici, hanno descritto degli attimi brevi, meravigliosi nei regni eterei. Non sono, quindi, il primo ad aver scoperto che la coscienza esiste oltre il corpo.

Ciò che nel mio caso è unico, è che sono – per quel che raccontano i dati raccolti – la sola persona ad aver viaggiato in questa dimensione paradisiaca, con la corteccia completamente sotto osservazione minuto per minuto. E i dati medici del mio coma indicano l’assenza totale di attività cerebrale. In altre parole: per quel che può dire la neuroscienza a riguardo, il mio “viaggio” non è stato qualcosa che è successo nella mia testa.

Molti scienziati, ovviamente, mostrano difficoltà davanti a questa affermazione. La mia esperienza minaccia tutto il loro sistema di credenze. Ma un luogo dove io ho trovato totale accettazione è nella chiesa, dove la mia storia spesso corrisponde alle aspettative della gente.

Oltre la Vita, Oltre la Morte
€ 15,90

Ecco cosa è stata la mia storia: una “mappatura” del Paradiso. Dopo un mal di testa devastante, che mi portò al coma, gradualmente diventai cosciente di essere in uno stato primordiale e primitivo, come se fossi sepolto in terra. Ma non si trattava di una terra ordinaria, dato che percepivo e a volte udivo e vedevo altre entità intorno a me. In parte era orribile, in parte familiare e confortante. Mi sentii come se fossi sempre stato parte di quelle tenebre originarie.

Mi si chiede spesso: “Questo era l’inferno?” Io mi sarei aspettato che l’inferno fosse un po’, come dire, interattivo, mentre questa fu un’esperienza completamente passiva. Avevo dimenticato cosa significasse persino essere umano, ma una parte importante della mia personalità era tuttavia molto all’opera. Avevo un senso di curiosità. Chiedevo: Chi? Cosa? Dove? E non c’era mai nessuna risposta.

Se ti è piacuto, Condividi con i tuoi amici, diffondi questo articolo.

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK

Sostieni Anima Millenaria con una donazione

Sostieni il canale di Anima Millenaria, con un tuo contributo potremo ampliare le informazioni da inviarti ogni giorno per renderti la vita più sana e felice.Grazie

€5,00

Tag:, , , , , , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: