Come creare il libro delle Ombre

No comments



Il Libro delle Ombre, chiamato anche Grimorio, è il manuale della Strega. All’inizio è una guida che man mano diventerà un diario, un luogo sicuro dove racchiudere il suo sapere, i suoi pensieri e la sua esperienza.

Quindi il Libro è una raccolta di canti e preghiere, teoria e incantesimi, principi ed etica della Strega.

Il Libro delle Ombre accompagna da Strega dall’inizio del suo cammino e, per questo motivo, sul libro verranno annotate per prime nozioni teoriche, come ad esempio le proprietà di erbe e pietre, le fasi lunari, preghiere e benedizioni, le festività e le divinità, e altre informazioni basilari.
Col passare del tempo, la strega imparerà a “sentire” il suo cammino spirituale e aggiungerà al suo libro parole che provengono dal suo cuore, gli incantesimi che creerà, le preghiere che comporrà.




Come fare un libro delle ombre: occorrente

  • un’agenda, un quaderno rigido o ad anelli

  • elementi naturali preferiti per decorare (piume, foglie secche, conchiglie)

  • penna per scrivere

  • immaginazione, ricordi ed interessi




Come fare un libro delle ombre

La struttura: può trattarsi di un’agenda o di un quaderno o anche di fogli sparsi che deciderete voi di rilegare come più vi piace. E’ molto importante che vi rispecchi e vi piaccia. Tenete conto del fatto che si tratta di un “diario” in continuo mutamento e che prima o poi sentirete l’esigenza di togliere, inserire, cambiare e modificare. Io ho scelto un semplice quaderno di cui ho modificato un po’ la copertina, man mano che vado avanti pinzerò sul retro la copertina di un altro quaderno in modo da tenerli sempre insieme e costituire un prolungamento. Non ci sono regole per la decorazione fate ciò che vi sentite.

 



Decorare la prima pagina:

 si può dare un nome al “diario” ed iniziare scrivendo un motto da rileggere all’apertura, qualcosa che consoli, dia forza e coraggio oppure inserire delle decorazione, io ho scelto delle nervature di foglie. Come segnalibro usa una piuma di corvo trovata in giardino, se ne sentite l’esigenza trovate qualcosa che faccia al caso vostro.

Cosa scrivo? Ripeto:

 non ci sono regole. Io ho iniziato con le fasi lunari perché ognuna ha la propria importanza e io non me le ricordo mai. Poi ho proseguito con delle ricette di tisane, rimedi naturali e piatti che mi piacciono soprattutto quelli che m’invento. Ogni volta che scopro una cosa nuova che mi piace la annoto sopra, se trovo una ricetta su un giornale la ritaglio e la incollo o la pinzo all’interno. Ci si possono annotare feste e ricorrenze e qualsiasi cosa si voglia ricordare molto a lungo.




Non solo parole:

ovviamente ci si possono incollare conchiglie, fiori, piume, immagini e foglie. Tutto ciò che per noi è un bel ricordo o ha una certa importanza.

Magia e religione:

il libro delle ombre o grimorio, nasce proprio nella comunità pagana per raccogliere incantesimi, i rituali dei sabbat (le antiche feste celtiche), preghiere alle divinità le ricette dei rimedi naturali e tutto ciò che rientra nella sfera del magico. Personalmente credo che ognuno possa rivederlo in chiave della propria religione.




Usate la fantasia, metteteci dentro voi stessi e ricordate che si tratta di un diario molto privato.

 

google_ad_client: "ca-pub-8596588421312143", enable_page_level_ads: true });

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.